Girone B: 🇵🇹🇪🇸 Portogallo-Spagna 3-3

Cristiano Redentore

Grande spettacolo a Soči: Portogallo e Spagna pareggiano 3-3. Strepitoso Cristiano Ronaldo, autore di una tripletta

di GIOVANNI DEL BIANCO

Dopo tre minuti il Portogallo passa in vantaggio: Cristiano Ronaldo si procura un calcio di rigore (sgambetto di Nacho) e lo trasforma spiazzando De Gea. È l’inizio della giostra del gol e del grande calcio che va in scena allo stadio Olimpico di Sochi.

La Spagna, infatti, non sta a guardare e al 24’ trova il pari: è Diego Costa ad inventarselo e umiliando José Fonte, con dribbling e controdribbling, prima della staffilata di destro rasoterra a fil di palo.

La nazionale spagnola, che ricordiamo ha cambiato allenatore proprio nell’immediata vigilia del Mondiale, conduce il gioco e al 26’ va vicina al sorpasso, con una sassata di Isco: traversa-riga. Non c’è un attimo di sosta e il vecchio Iniesta prova la conclusione con un diagonale che finisce a lato.

Proprio a ridosso dell’intervallo, i Campioni d’Europa trovano il secondo vantaggio, grazie a una papera di De Gea, che si lascia sfuggire una conclusione da fuori di Cristiano Ronaldo, centrale e apparentemente poco pericolosa.

Nella ripresa, la selezione di Hierro pesca il meritato pari, ancora con Diego Costa, bravo a capitalizzare una torre di Busquets: 2-2 e tante altre emozioni in arrivo. Come quella che arriva due minuti più tardi, col palo-gol di Nacho. È la perla della serata: il giocatore del Real s’inventa una conclusione da fuori area che è un capolavoro di coordinazione e precisione. La Spagna si ritrova avanti per la prima volta nella serata e pregusta il primato del girone.

Ma Hierro non ha fatto i conti con la serata di grazia di un gigantesco Cristiano Ronaldo, che a due minuti dal 90’ trova il terzo centro della sua partita: tre gol in una gara, tanti quanti ne aveva messi a segno complessivamente nei precedenti Mondiali giocati. Il gol del 3-3 arriva su una punizione dal limite ed è il migliore dei tre siglati da CR7 in questo incontro. Lo stesso Ronaldo si era procurato il piazzato per via di un fallo di Piqué dal limite dell’area.

Tre gol, e un rigore e una punizione (da cui scaturisce un gol) procurati: la partita di Ronaldo è nei numeri pazzeschi che si è creato. Prodezze che mettono in secondo piano l’altro grande protagonista della gara, l’attaccante dell’Atlético Madrid, con due gol ha permesso alla Spagna di ritrovare la parità nei due svantaggi. In particolare, merita di essere rivisto il primo, quando si porta a spasso la retroguardia lusitana.

Insomma, un 3-3 che finalmente dà linfa al Mondiale, dopo che le prime partite non avevano brillato per lo spettacolo offerto. Una partita che è già una classica della rassegna iridata.

IL TABELLINO

Girone B
Soči (stadio Olimpico Fišt), 15 giugno 2018, ore 20
🇵🇹 PORTOGALLO 3
🇪🇸 SPAGNA 3
4’ st rig. Cristiano Ronaldo, 24’ pt Diego Costa, 44’ pt Cristiano Ronaldo; 10’ st Diego Costa, 13’ st Nacho, 43’ st Cristiano Ronaldo.
PORTOGALLO (4-4-2): Rui Patrício; Cédric, Pepe, Fonte, Raphael Guerreiro; Bernardo Silva (24′ st Ricardo Quaresma), William Carvalho, Moutinho, Bruno Fernandes (23′ st João Mario); Cristiano Ronaldo, Gonçalo Guedes (35′ st André Silva). Ct: Fernando Santos.
SPAGNA (4-2-3-1):
De Gea; Nacho, Piqué, Sergio Ramos, Jordi Alba; Busquets, Koke; Silva (41′ st Lucas Vázquez), Isco, Iniesta (25′ st Thiago Alcantara); Diego Costa (32′ st Iago Aspas). Ct: Hierro.
ARBITRO: Rocchi (Italia).
NOTE: ammoniti Busquets e Bruno Fernandes; recupero: 1’ pt, 4’ st.
DIVISE: Portogallo in maglia rossa, pantaloncini rossi e calzettoni verdi; Spagna in maglia bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi.

IL GIRONE
Iran 3 punti; Portogallo e Spagna 1; Marocco 0.

I PIÙ E I MENO

+ Cristiano Ronaldo: bagna il suo Mondiale con una tripletta. Segna su rigore, su tiro da fuori (con la complicità di De Gea) e su punizione. Si carica il Portogallo sulle spalle. Ennesima serata stratosferica di uno dei più grandi giganti di questo sport.
+ Isco: per gli attaccanti avere uno così a servirti è una manna. Propone assist deliziosi e quando prova la conclusione in prima persona centra la traversa.
+ Diego Costa: il centravanti iberico segna due reti che permettono alla Spagna di riacciuffare i pareggi dell’1-1 e del 2-2.
+ Fernando Hierro: in sella da due giorni, il nuovo Ct spagnolo era chiamato subito a una prova dura. Superata con merito: la sua Spagna ha giocato un ottimo calcio e resta tra le favorite del torneo.

– José Fonte: Diego Costa lo sbeffeggia con i suoi dribbling nell’occasione del primo gol spagnolo.
– De Gea: il portiere della Spagna ha sulla coscienza il secondo gol di Ronaldo: una conclusione centrale, sfuggitagli dalle mani. Una brutta uscita nella ripresa poteva poi costargli cara.

L’IMMAGINE CHE RICORDEREMO
Il primo piano dello sguardo concentrato di Cristiano Ronaldo prima della punizione del 3-3.

+ Cristiano Ronaldo: bagna il suo Mondiale con una tripletta. Segna su rigore, su tiro da fuori (con la complicità di De Gea) e su punizione. Si carica il Portogallo sulle spalle. Ennesima serata stratosferica di uno dei più grandi giganti di questo sport.
+ Isco: per gli attaccanti avere uno così a servirti è una manna. Propone assist deliziosi e quando prova la conclusione in prima persona centra la traversa.
+ Diego Costa: il centravanti iberico segna due reti che permettono alla Spagna di riacciuffare i pareggi dell’1-1 e del 2-2.
+ Fernando Hierro: in sella da due giorni, il nuovo Ct spagnolo era chiamato subito a una prova dura. Superata con merito: la sua Spagna ha giocato un ottimo calcio e resta tra le favorite del torneo.

– José Fonte: Diego Costa lo sbeffeggia con i suoi dribbling nell’occasione del primo gol spagnolo.
– De Gea: il portiere della Spagna ha sulla coscienza il secondo gol di Ronaldo: una conclusione centrale, sfuggitagli dalle mani. Una brutta uscita nella ripresa poteva poi costargli cara.

LE FOTO