Girone G: 🇵🇦🇹🇳 Panama-Tunisia 1-2

Sussulto finale della Tunisia

Le Aquile di Cartagine salutano la Russia con una vittoria: Ben Youssef e Khazri rimontano nella ripresa Panama, che resta a zero punti

di GIOVANNI DEL BIANCO

La Tunisia batte Panama nell’ultima partita del Gruppo G e si consola con questi tre punti che le garantiscono la terza piazza. Era una delle partite con meno appeal di tutto il torneo, tra due nazionali oggettivamente deboli e presentatesi al calcio d’inizio già eliminate, ma non sono mancati gol e capovolgimenti.

A passare per prima è stata la nazionale centroamericana, per la prima volta in vantaggio durante il Mondiale: un tiro da fuori di Rodríguez viene deviato dal difensore Meriah, spiazzando il portiere Mathlouthi, l’unico a disposizione per Maâloul, che aveva persino chiesto alla Fifa – invano – un quarto portiere da convocare vista l’emergenza, dal momento che in panchina non c’erano estremi difensori disponibili.

Dopo un primo tempo giocato meglio dalla nazionale Concacaf, nella ripresa la Tunisia pareggia i conti con Ben Youssef nei primi minuti e mette la freccia con Khazri attorno alla metà del tempo. Fatale per Panama la scelta maturata nell’intervallo di passare dalla difesa a quattro a quella a cinque, con Cummings al posto di G. Torres.

Abbassandosi troppo, Panama si è consegnata alla compagine nordafricana, che ne ha subito approfittato. Il pareggio arriva con Ben Youssef: Sliti serve l’ispiratissimo Khazri, che completa l’azione servendo con precisione l’assist al compagno. Il 2-1 lo realizza lo stesso Khazri, che non deve far altro che appoggiare nella porta sguarnita il passaggio di Haddadi.

La Tunisia si prende il terzo posto, Panama torna a casa con zero punti, come l’Egitto.

Ma per i Canales non è tutto da gettare: col Belgio hanno retto un tempo, con l’Inghilterra hanno trovato il primo gol, con la Tunisia sono passati pure in vantaggio: per essere una formazione-materasso c’è stato qualche segnale d’incoraggiamento. Il Mondiale li aiuterà a crescere.

IL TABELLINO

Girone G
Saransk (Mordovia Arena), 28 giugno 2018, ore 20
🇵🇦 PANAMA 1
🇹🇳󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 TUNISIA 2
33’ pt aut. Meriah; 6’ st F. Ben Youssef, 21’ st Khazri.
PANAMA (4-1-4-1): Penedo; Machado, R. Torres (11’ st Tejada), Escobar, Ovalle; Gómez; Barcenas, Godoy, Ávila (36’ st Arroyo), J.L. Rodríguez; G. Torres (1’ st Cummings). Ct: Gómez.
TUNISIA (4-3-3): Mathlouthi; Nagguez, Bedoui, Meriah, Haddadi; Sassi (1′ st Badri), Skhiri, Chaalali; F. Ben Youssef, Khazri (44′ st Srarfi), Sliti (32′ st Khalil). Ct: Maâloul.
ARBITRO: Shukralla (Bahrein).
NOTE: ammoniti Sassi, Badri, Ávila, Gómez, Chaalali e Tejada; recupero: 1’ pt, 8’ st.
DIVISE: Panama in maglia rossa, pantaloncini rossi e calzettoni rossi; Tunisia in maglia bianca, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi.

IL GIRONE
Belgio 9 punti; Inghilterra 6; Tunisia 3; Panama 0.

I PIÙ E I MENO

+ Khazri: il migliore in campo. In tutte le azioni offensive c’è il suo contributo. Suoi l’assist del pareggio e il gol della vittoria.
+ Barcenas: qualche accelerazione manda in tilt la difesa tunisina. Nella ripresa si vede annullare un gol per un fallo di Tejada su Meriah: peccato, perché sarebbe stata una bella segnatura, con un tiro a fil di palo.
+ J.L. Rodríguez: l’autorete della Tunisia si poteva anche considerare un suo gol, nonostante la deviazione del difensore.

– Meriah: il difensore passa una brutta serata, non solo per l’autorete. La velocità dei giocatori panamensi lo mette in affanno.
– Sassi: la sua partita dura solo 45’: all’intervallo viene sostituito dopo un tempo da spettatore non pagante.

LE FOTO