Girone G: 🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿🇧🇪 Inghilterra-Belgio 0-1

Il gran gol di Januzaj

Belgio a punteggio pieno

Un eurogol di Januzaj a inizio ripresa stende l’Inghilterra. L’undici di Martínez guadagna il primo posto e affronterà il Giappone agli ottavi, Southgate è secondo

di GIOVANNI DEL BIANCO

Belgio prima, Inghilterra seconda. L’ultima giornata dei gironi sancisce questo verdetto: i belgi affronteranno agli ottavi il Giappone, ma hanno lo spauracchio Brasile ai quarti; gli inglesi sfideranno la Colombia agli ottavi, ma la parte di tabellone in cui sono finiti sembra più abbordabile, ranking Fifa (e albo d’oro) alla mano.

A decidere la partita di Kaliningrad è un magnifico gol di Adnan Januzaj, alla prima presenza a Russia 2018. L’attaccante della Real Sociedad gioca di gambe e lascia sul posto Rose, prima di liberare un sinistro a giro che non lascia scampo a Pickford. Una segnatura tra le più belle del torneo.

Per il resto, l’Inghilterra ha creato di più, sprecando un po’ troppo in attacco, specie con Rashford, che si è divorato un’occasione a tu per tu con Courtois. E nel primo tempo c’era stato un tiro-cross di Alexander-Arnold finito molto vicino al palo. Nel finale il Belgio ha pure sfiorato il raddoppio con Fellaini, la cui conclusione è finita sull’esterno della rete.

Non è stata una gara “a perdere”, come si temeva alla vigilia (opinione abbastanza diffusa era che il secondo posto fosse migliore per le prospettive che avrebbe aperto) e neppure una caccia al cartellino per il discorso del fair-play costato caro al Senegal nel pomeriggio (tre gialli a due per i belgi prima del via, diventati 5-2 al 45’). Ma di certo Belgio e Inghilterra non si sono fatte la guerra, avendo in ogni caso le spalle coperte dalla qualificazione già garantita.

Southgate e Martínez ne hanno approfittato per proporre giocatori nuovi (rispetto ai titolari hanno cambiato rispettivamente otto e nove uomini) e tenere dei campioni a riposo: non hanno giocato Lukaku e Kane, in lotta per la classifica marcatori. E anche Lingard, Alli, Eden Hazard, De Bruyne.

Chi delle due abbia c’abbia guadagnato e chi rimesso, lo scopriremo solo nei prossimi giorni. Sicuramente entrambe possono coltivare ambizioni, perché hanno delle pregevoli idee di gioco e una precisa identità, emersa anche oggi che in campo c’erano le riserve.

IL TABELLINO

Girone G
Kaliningrad (Arena Baltika), 28 giugno 2018, ore 20
🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 INGHILTERRA 0
🇧🇪 BELGIO 1
5′ st Januzaj.
INGHILTERRA (3-5-2):
Pickford; Jones, Stones (1’ st Maguire), Cahill; Alexander-Arnold (33′ st Welbeck), Loftus-Cheek, Dier, Delph, Rose; Rashford, Vardy. Ct: Southgate.
BELGIO (3-4-3): Courtois; Dendoncker, Boyata, Vermaelen (29′ st Kompany); Chadli, Fellaini, Dembelé, T. Hazard; Januzaj (41′ st Mertens), Batshuayi, Tielemans. Ct: Martínez.
ARBITRO: Skomina (Slovacchia).
NOTE: ammoniti Tielemans e Dendoncker; recupero: 1’ pt, 3’ st.
DIVISE: Inghilterra in maglia bianca, pantaloncini blu e calzettoni bianchi; Belgio in maglia rossa, pantaloncini rossi e calzettoni rossi.

IL GIRONE
Belgio 9 punti; Inghilterra 6; Tunisia 3; Panama 0.

I PIÙ E I MENO

+ Januzaj: festeggia il suo esordio a Russia 2018 segnando il primo gol in nazionale. E che gol.
+ Tielemans:
cerca il gol con una botta da fuori in apertura. Molto ispirato sulla fascia sinistra.
+ Alexander-Arnold: ottimo esordio per il terzino pupillo di Klopp. Si fa valere dietro, quando tampona un tiro di Fellaini, e davanti, quando sfiora il gol.

– Rashford: si divora l’1-1 a tu per tu con Courtois, mandando alle ortiche il gran servizio di Vardy.

L’IMMAGINE CHE RICORDEREMO
Batshuayi che, involontariamente, per festeggiare il gol di Januzay si autocolpisce col pallone: lo calcia sul palo e gli rimbalza in pieno volto.

LE FOTO