Il punto sulla 1ª giornata. Stecca dell’Inter, blitz esterni di Napoli e Roma

La prima giornata (ancora incompleta) ci ha già consegnato alcune belle istantanee, dall’impresa del Sassuolo ai colpi esterni di Napoli e Roma, dalla vittoria in rimonta dei campioni d’Italia della Juventus agli eurogol di Džeko e Kurtić. E non è che l’inizio

di GIOVANNI DEL BIANCO

La giornata del debutto ci ha già regalato le prime immagini da ricordare, nonostante due partite rinviate e un posticipo ancora non disputato: l’eurogol alla Van Basten di Džeko a tempo scaduto che ha regalato il successo della Roma a Torino, l’impresa del Sassuolo dell’emergente De Zerbi capace di affossare l’Inter (unica grande che ha steccato la prima), la fantastica rete di Kurtić che ha consentito alla Spal di far suo il derby contro il Bologna e di mandare di traverso il ritorno in Serie A di Pippo Inzaghi.

E poi, sabato, l’autorevole vittoria esterna del Napoli in casa della Lazio, un toccasana per ridare fiducia ad un ambiente che ne aveva bisogno dopo un mercato così così. E chiaramente l’esordio di Cristiano Ronaldo nel nostro campionato, che ha catalizzato le attenzioni del varo tra Chievo e Juventus. Proprio dalle chicane del Bentegodi sono arrivate le emozioni più dense, con i campioni d’Italia balzati subito avanti, poi ritrovatisi a rincorrere e infine in grado di piazzare il controsorpasso a tempo ormai scaduto.

La grande delusa della prima di campionato è l’Inter, caduta sulla via Emilia. “Su rigore”, puntualizza Spalletti, ma la storia cambia di poco. Compassata e impantanata in un centrocampo che ha avuto poco cambio di passo con Vecino e Brozović in giornata no e spuntata in avanti dove Icardi e Lautaro Martínez hanno combinato poco, la Beneamata è stata punita da un rigore di Berardi nel primo tempo e non è stata in grado di riprendersi dalla botta incassata dagli organizzati neroverdi, che dopo essere stati pronosticati da molti addetti come possibile sorpresa stagionale, iniziano la loro campagna con una vittoria di prestigio. Applausi al tecnico De Zerbi, che già lo scorso anno aveva mostrato un calcio pregevole nella scellerata stagione del Benevento.

Oltre a quella del Sassuolo, sono da elogiare le imprese nei due stadi Olimpici di Napoli e Roma, corsare su campi ostici, specie alla prima giornata, con tutte le incognite legate all’avvio della stagione. Ancelotti – rientrato in Italia dopo nove anni – era pure andato sotto con Immobile, ma Milik e Insigne hanno firmato la rimonta in una partita che passerà alla storia anche per essere stata la prima trasmessa da Dazn, il cui streaming a dire il vero non è stato memorabile. L’undici di Di Francesco invece ha espugnato la Torino granata: cross delizioso dalla destra di Kluivert e colpo al volo vincente di Džeko. Si è risolta con una meraviglia la sfida contro Belotti e compagni, proprio quando si stava per consumare un ingiusto 0-0. Ingiusto, perché entrambe avevano mostrato di non accontentarsi del pari e più volte si erano rese pericolose dalle parti dei due portieri (tre pali a uno per i giallorossi).

Nella zona salvezza, si è registrata la rotonda vittoria dell’Empoli, che ha comodamente regolato il Cagliari: i toscani sono l’unico team che ha vinto con più di un gol di scarto; la Spal di Semplici ha colto una vittoria preziosa in casa del nuovo Bologna di Filippo Inzaghi, battuto in casa come suo fratello Simone. E poi c’era il Parma, al ritorno in A dopo tre anni. I ducali hanno ricominciato da dove avevano salutato, con un pari per 2-2 (era terminata 2-2 pure l’ultima sfida giocata nel massimo campionato, contro la Sampdoria): la festa per il ritorno tra le grandi è stata vanificata dalla rimonta dell’Udinese, brava a restare in corsa nonostante uno svantaggio di due reti.

Non è che l’inizio. Accomodiamoci, ci sarà da divertirsi.

Giovanni Del Bianco
@g_delbianco

LA GIORNATA

I risultati:
sabato 18 agosto, ore 18: Chievo-Juventus 2-3; ore 20.30: Lazio-Napoli 1-2; domenica 19 agosto, ore 18: Torino-Roma 0-1; ore 20.30: Bologna-Spal 0-1, Empoli-Cagliari 2-0, Milan-Genoa rinviata per lutto al 31 ottobre, Parma-Udinese 2-2, Sampdoria-Fiorentina rinviata per lutto al 19 settembre, Sassuolo-Inter 1-0; lunedì 20 agosto, ore 20.30: Atalanta-Frosinone 4-0.

La classifica:
Atalanta, Empoli, Juventus, Napoli, Roma, Sassuolo e Spal 3; Parma e Udinese 1; Fiorentina*, Genoa*, Milan*, Sampdoria*, Chievo, Lazio, Bologna, Inter, Torino, Cagliari e Frosinone 0.
*Fiorentina, Genoa, Milan e Sampdoria hanno una partita in meno.