Girone F: Borussia Dortmund

Come l’Inter vuole scardinare il potere della Juve, il Borussia cerca di fare altrettanto con il Bayern. Sarà interessante vedere in questo girone la sfida tra due squadre accomunate dalla stessa “missione”. La forza dei gialloneri? La qualità dal centrocampo in su

di GIOVANNI DEL BIANCO

Non si nasconde, il Borussia Dortmund di Lucien Favre: perso il titolo lo scorso anno, dopo aver accarezzato a lungo la possibilità di interrompere l’egemonia del Bayern (scialacquato un vantaggio di nove lunghezze), i gialloneri hanno nel mirino la vittoria in Bundesliga. E per centrarla, hanno dato vita ad un calciomercato frizzante, che ha rinforzato parecchio la squadra. L’estate ha portato al riscatto di Paco Alcácer e agli arrivi di Julian Brandt, Thorgan Hazard e Mats Hummels. La forza è dal centrocampo in su, dove c’è addirittura un surplus di elementi di valore: oltre ai citati Hazard, Brandt e Alcácer, ci sono infatti Sancho, Götze e Reus, per un reparto offensivo di tutto rispetto.

Proprio per dare copertura a quel bendidio che c’è in avanti, la società è andata a riprendersi in difesa Hummels, la cui carriera è un ping pong tra le due grandi di Germania: Bayern Monaco, Borussia Dortmund, Bayern Monaco, Borussia Dortmund. La seconda esperienza in giallonero, a tre anni dalla prima, rinforza il Borussia e contemporaneamente indebolisce la retroguardia bavarese, a dimostrazione ulteriore di quell’intenzione di cui parlavamo prima, di andare ad aggredire la leadership del Bayern.

Fondamentale aver mantenuto in squadra l’inglese Jadon Sancho: l’inglese lo scorso anno ha segnato 12 reti e confezionato 18 assist; non male, per un ragazzo del 2000. Il sito Transfermarkt fissa a 100 milioni di euro il valore del giovane ex Manchester City, che già in queste prime uscite della nuova Bundesliga è ripartito dove aveva concluso l’anno passato: subito due reti e cinque assist in quattro giornate. È partito forte anche lo spagnolo Alcácer, che ha già ripreso il testa a testa con Lewandowski nella classifica marcatori: il polacco nello scorso campionato vinse il duello per 22 reti a 18; alla metà di settembre siamo 7 a 5, sempre a favore del bavarese.

Per quanto riguarda l’Europa, sembra facile prevedere un duello con l’Inter per il passaggio agli ottavi di finale. Una sfida affascinante che servirà anche a valutare la crescita delle due formazioni, entrambe impegnate a scardinare lo strapotere delle prime forze dei loro campionati, la Juventus, che vince da otto anni consecutivi, e il Bayern, da sette. Due filotti da record nelle rispettive leghe.

Giovanni Del Bianco
@g_delbianco

BALLSPIELVEREIN BORUSSIA 09 DORTMUND
Città:
Dortmund (Germania)
Fondazione: 1909
Stadio: Signal Iduna Park (81.360 posti)
Palmarès: trofei nazionali: 8 campionati, 4 Coppe di Germania, 6 Supercoppe di Germania; trofei internazionali: 1 Champions League, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa Intercontinentale
Colori sociali: giallo e nero