Girone C: Dinamo Zagabria

Sulla strada dell’Atalanta c’è la Dinamo Zagabria, vincitrice di 13 degli ultimi 14 campionati croati. Nell’undici tipo di Bjelica (ex tecnico dello Spezia) spicca la classe di Dani Olmo, protagonista dello scorso Europeo Under 21 con la Spagna

di EDOARDO COZZA

Se l’Atalanta vuol sorprendere, dovrà farlo anche davanti a una squadra non dissimile per filosofia da lei: la Dinamo Zagabria. La big del calcio croato – record di campionati (20), coppe nazionali (15) e supercoppe (6) vinti – ha una rosa forte, giovane, fresca, concreta e affamata: qualità che di certo non sono secondarie nel calcio d’ogni epoca.

L’anno scorso ha vinto il campionato arrivando 25 punti sopra il Rijeka, giunto secondo: un dominio assoluto, che è valso anche la qualificazione alla Champions League, ma tramite il lungo percorso dei preliminari.
Ed ecco che i campioni di Croazia hanno affrontato in serie i georgiani del Saburtali Tbilisi (5-0 il risultato totale), gli ungheresi del Ferencváros (5-1 nei 180 minuti) e i norvegesi del Rosenborg (piegati per 2-0 in trasferta, mentre al Maksimir è finita 1-1).

Alla guida della Dinamo c’è il 48enne Nenad Bjelica, calciatore di medio livello che, però, da allenatore sa il fatto suo (in Italia ha allenato lo Spezia in Serie B per una stagione e un po’): il suo calcio è offensivo e spigliato, fatto di possesso palla e occupazione del campo con un bel 4-2-3-1.

Stella e chiave di tutto è il trequartista spagnolo Dani Olmo, arrivato dal Barcellona nell’affare Halilović: 21 anni, Olmo è pronto per migrare verso lidi più dorati, ma questa Champions League gli servirà per risplendere sui palcoscenici più cult del panorama calcistico. Un assaggio della sua classe ce lo ha offerto all’Europeo Under 21, nel quale ha segnato pure un gol in finale.
I gol provano a garantirli l’ex Bologna e Trapani Petković, che in questa stagione tra campionato e preliminari ha timbrato già sei volte il cartellino, e il più esperto Gavranović, uomo da 43 reti in 104 gare di campionato croato.
Nel manipolo di giovani che fa sognare il fortino del Maksimir segnaliamo infine il metronomo Nikola Moro, regista che ha visione e tempi di gioco decisamente importanti, e l’ala sinistra Antonio Marin, classe 2001 con già 13 presenze e 3 assist tra i grandi.

Edoardo Cozza

GRAĐANSKI NOGOMETNI KLUB DINAMO ZAGREB
Città: Zagabria (Croazia)
Fondazione: 1936
Stadio: Maksimir (38.923 posti)
Palmarès: trofei nazionali: 20 campionati croati, 4 campionati jugoslavi, 15 Coppe di Croazia, 7 Coppe di Jugoslavia, 6 Supercoppe di Croazia; trofei internazionali: 1 Coppa delle Fiere
Colori sociali: blu