EUROPA LEAGUE

Eurorivali: Arsenal, l’anti-Napoli

Con l’Europa League che entra nel vivo si alza il livello delle avversarie: per il Napoli, appuntamento di lusso contro il rinnovato Arsenal di Unai Emery, una delle squadre favorite per la vittoria finale.

Eurorivali: Eintracht Francoforte, l’anti-Inter

Sorteggio difficile per l’Inter, che pesca una delle compagini più forti di questa Europa League. Con un gioco spettacolare e un tridente d’attacco prolifico, l’Eintracht sogna di rialzare il trofeo a 39 anni di distanza dalla precedente affermazione.

Eurorivali: Siviglia, l’anti-Lazio

Sorteggio amaro per la Lazio, che ha pescato un club che in Europa League è di casa. Gli andalusi hanno già sollevato cinque volte il trofeo (record). Dal Mudo Vázquez a Kjær, da Rog a Banega, passando per André Silva, i biancorossi hanno in rosa molte ex conoscenze del nostro calcio.

Eurorivali: Rapid Vienna, l’anti-Inter

Per l’Inter il primo ostacolo di Europa League è rappresentato da una squadra indecifrabile: relegato nei bassi fondi del campionato, il Rapid si sta comportando bene in campo continentale.

Eurorivali: Zurigo, l’anti-Napoli

Due anni fa gli svizzeri erano finiti tra i cadetti. Poi la risalita in massima serie e la vittoria della Coppa nazionale. Squadra con poca classe e tanta grinta, quella di Magnin. Per il Napoli, un turno sulla carta agevole.

Eurorivali: Fc Copenaghen, l’anti-Atalanta

L’ultimo avversario per l’Atalanta prima della fase a gironi è costituito dal Copenaghen guidato dal norvegese Solbakken, il tecnico più vincente della storia del club. Ecco pregi e difetti dei danesi.